MUSICHE E POESIE

 

Grande serata di musica e poesia sabato 12 giugno, presso la basilica di San Vittore ad Arcisate, in occasione della festa del cuore immacolato di Maria Vergine. L’evento, organizzato dalla cooperativa Acli e dal gruppo Culturale La Fornace, doveva svolgersi all’interno dell’area della grotta di Arcisate, ma si è dovuto trasferire in basilica a causa delle avverse condizioni meteorologiche. La serata ha visto il fondersi tra musica e poesia: per la parte poetica è intervenuto il cenacolo dei poeti dialettali della famiglia bosina di Varese, dove i suoi componenti hanno recitato poesie in dialetto dedicate a Maria ed al tema della grotta di Lourdes; per la parte musicale, la splendida voce di Denise Misseri, in arte “Eos”, accompagnata al violino da Nadia Del Greco e al piano da Davide Antonio Rizzo, canta sette brani musicali dedicati a Maria.  

Denise Misseri

  Le canzoni eseguite dalla cantautrice arcisatese sono: Magnificat Mina di M. Frisina, Ave Maria (where have you been hiding) di Noa, Quia respexit di J.S.Bach, Salve Regina di Denise Misseri, Who would imagine a King di W.Houston, Mater Jubilaei di Tosca e Ave Maria (Jungfrau mild) di Schubert. Nell’intervallo di ogni canzone, si sono alternati i poeti bosini: per primo Fernando Comolli di Arcisate, che ha letto una poesia sulla grotta, una su una malattia temporanea, la gotta, ed una su un cieco che, acquistata la vista, chiede una grazia per ritornare non-vedente dopo aver visto i mali del mondo. Per secondo, Ambrogio Lazzati di Arcisate, con poesie  del suo viaggio alla Madonna di Lourdes, su un dipinto in una Chiesa e sul nonno materno. Per terzo Mauro Marchesotti di Gavirate con tre poesie intitolate “Il giardino”, “Ogni mattina” e “La madonna nera”. Nel quarto intermezzo, Renato Monetti di Malnate, con tre poesie dedicate alla madonnina di Cagno e alle Madonna di Malnate e del Sacro Monte. Come penultimo, il presidente del cenacolo, Enrico Tediosi di Travedona, con le poesie “Canzone per Bernadette”, dove evidenzia il contrasto tra chi ricerca strada di Lourdes alla commercializzazione del luogo, e “Madunina d’ul dialet”, che ci ricorda che la Madonna di Lourdes, apparsa a Bernadette,  parlò in dialetto, e da qui il tema della serata. Come ultimi, la signora Lucia Munaretti di San Fermo con un’Ave Maria per la nipote e l’attore Luigi Molinari di Varese, che recita la sua poesia sulla sesta cappella, tra il pubblico, accompagnato al violino da Nadia Del Greco. Come ultima emozione, Denise ci ha regalato due canzoni in dialetto: “O mia bela Madunina” e “Mariolina di Porta Romana”, che ha concluso nel migliore dei modi, ed in allegria, questa splendida serata. I prossimi appuntamenti, dopo la pausa estiva, riprenderanno con una serata dedicata alla memoria di Peppino Prisco, venerdì 17 settembre nel salone dell’Acli e venerdì 22 ottobre con un concerto di Denise Misseri. Buone Vacanze!!!